Research Activity 

Le cellule della microglia costituiscono la più importante linea di difesa del sistema immunitario nel cervello e nel midollo spinale. Nella sclerosi laterale amiotrofica (SLA) la presenza di motoneuroni danneggiati le rende costantemente attive. Esse rilasciano molecole neuroprotettive per evitare ulteriore degenerazione neuronale ma, nel corso della patologia, diventano dannose poiché cominciano a rilasciare fattori tossici. Recentemente è stato dimostrato che la produzione di fattori tossici dalle cellule microgliali dipende dall’attivazione di p65, un membro della famiglia dei fattori trascrizionali NF-kB. D’altro canto, altri membri della stessa famiglia, p50 e p52, quando attivati  determinano la produzione di fattori neuroprotettivi. Nella cellula esistono diverse proteine che regolano l’attivazione dei membri della famiglia NF-kB.  Tra queste, c’è la proteina A20 la cui funzione è quella di sopprimere l’attivazione dannosa di p65 a attivare la produzione di fattori protettivi modulando i membri della famiglia NF-kB.

Nel nostro laboratorio di neurobiologia studiamo da alcuni anni, attraverso tecniche di biologia cellulare e molecolare, il ruolo dei microRNA nel rilascio di fattori tossici da parte della microglia SLA dopo la stimolazione infiammatoria del recettore P2X7 attivato dall'ATP extracellulare. Abbiamo evidenziato una produzione eccessiva del microRNA-125b nelle cellule microgliali derivate da topi modello della SLA portatori della mutazione SOD1-G93A. I microRNA sono piccoli RNA prodotti dalla cellula per controllare la produzione delle proteine. Nello specifico, il microRNA-125b determina la diminuzione della proteina A20.

I nostri risultati miglioreranno le conoscenze sui meccanismi infiammatori nella SLA e, attraverso l’inibizione del microRNA-125b, saremo in grado di identificare nuovi potenziali bersagli terapeutici. Soprattutto, valuteremo l’inibizione del microRNA-125b come possibile terapia per la SLA.

Curriculum Vitae 

2015 – 2016: Fellowship presso Fondazione AriSLA, Milano.

2011 – 2016: Post Doc, Fondazione Santa Lucia IRCCS, Roma.

2010 – 2011: Post Doc, EBRI, Roma.

2006 – 2009: Dottorando, Sapienza – Università di Roma.

2004 – 2006: Tesista, Istituto Superiore di Sanità, Roma.

2003 – 2004: Tesista, Sapienza – Università di Roma.

Clemastine Confers Neuroprotection and Induces an Anti-Inflammatory Phenotype in SOD1(G93A) Mouse Model of Amyotrophic Lateral Sclerosis, Apolloni S, Fabbrizio P, Parisi C, Amadio S, Volonté C, Mol Neurobiol,  2014,  pgg.

P2Y12 Receptor on the Verge of a Neuroinflammatory Breakdown, Amadio S, Parisi C, Montilli C, Carrubba AS, Apolloni S, Volonté C Mediators Inflamm., 2014,  pgg.

Spinal cord pathology is ameliorated by P2X7 antagonism in a SOD1-mutant mouse model of amyotrophic lateral sclerosis, Apolloni S, Amadio S, Parisi C, Matteucci A, Potenza RL, Armida M, Popoli P, D'Ambrosi N, Volonté C,  Dis Model Mech,  2014,  1101-9.

Dysregulated microRNAs in amyotrophic lateral sclerosis microglia modulate genes linked to neuroinflammation, Parisi C, Arisi I, D'Ambrosi N, Storti AE, Brandi R, D'Onofrio M, Volonté C Cell Death Dis.,  2013,  pgg.

The NADPH oxidase pathway is dysregulated by P2X7 receptor in the SOD1-G93A microglia model of Amyotrophic Lateral Sclerosis, Apolloni S, Parisi C, Pesaresi MG, Rossi S, Cozzolino M, Volontè C, Nadia D’Ambrosi Journal of Immunology,  2013, 5187-95. 

Signalling: what is missing and needed next? The use of transgenic mice, crystallographic analysis and microRNA, Volonté C, Parisi C, Burnstock G, CNS Nerurological Disorders-Drug Targets ,  2012,  751-767. 

RACK1 is a ribosome scaffold protein for β-actin mRNA/ZBP1 complex, Ceci M, Welshhans K, Ciotti MT, Brandi R, Parisi C, Paoletti F, Pistillo L, Bassell GJ, Cattaneo A, PLoS One,  2012,  pgg. 

Brain derived neurotrophic factor (BDNF) expression is regulated by microRNAs miR-26a and miR-26b allele-specific binding, Caputo V, Sinibaldi L, Fiorentino A, Parisi C, Catalanotto C, Pasini A, Cogoni C, Pizzuti A PLoS One, 2011,  pgg.

Ago1 and Ago2 differentially affect cell proliferation, motility and apoptosis when overexpressed in SH-SY5Y neuroblastoma cells, Parisi C, Giorgi C, Batassa EM, Braccini L, Maresca G, D'agnano I, Caputo V, Salvatore A, Pietrolati F, Cogoni C, Catalanotto C FEBS Lett., 2011, 2965-71.

The reverse transcription inhibitor abacavir shows anticancer activity in prostate cancer cell lines, Carlini F, Ridolfi B, Molinari A, Parisi C, Bozzuto G, Toccacieli L, Formisano G, De Orsi D, Paradisi S, Grober OM, Ravo M, Weisz A, Arcieri R, Vella S, Gaudi S PLoS One.,  2010,  pgg.