Clinical Activity 

Il Dott. Marco Molinari è esperto di riabilitazione neurologica, riabilitazione delle lesioni del midollo spinale, ictus e patologie cerebellari. Si occupa inoltre di applicazioni tecnologiche alla riabilitazione con particolare esperienza in riabilitazione robotica e nei sistemi d'interfaccia cervello-computer (BCI).

Research Activity 

L'attività di ricerca del Dott. Marco Molinari si concentra su: meccanismi neurofisiologici e cellulari alla base del recupero neurologico, basi neurofisiolofiche e neurobiologiche dell'intervento neuroriabilitativo, neuroscienze della riabilitazione, sviluppo di tecnologie innovative in neuroriabilitazione, applicazioni robotiche in riabilitazione, recupero funzionale dopo lesioni midollari e Riabilitazione post-ictus.

Curriculum Vitae 

dal 2013Associate Editor, Functional Neurology journal.

dal 2012Associate Editor, BioMed Research International.

dal 2010Senior Associate Editor, Journal of Alzheimer’s Disease (JAD).

dal 1998Direttore Unità Operativa Complessa UOC, Fondazione Santa Lucia IRCCS, Roma.

1991 – 2005Ricercatore Confermato presso la Clinica Neurologica, Servizio di Neuropsicologia, Cattedra di Neuroriabilitazione, Facoltà di Medicina, Università Cattolica del Sacro Cuore, Roma.

1994 – 1998Professore a Contratto per l'insegnamento di “Fondamenti Anatomo Fisiologici dell'Attività Psichica”, presso la Facoltà di Psicologia, Sapienza – Università di Roma.

1995 – 1996Aiuto presso l'Istituto di Neurologia, Servizio di Neuropsicologia, Facoltà di Medicina, Università Cattolica del Sacro Cuore, Roma.

1993 – 1994Aiuto presso l'Istituto di Neurologia, Servizio di Neuropsicologia, Facoltà di Medicina, Università Cattolica del Sacro Cuore, Roma.

1988 – 1991Ricercatore presso la Clinica Neurologica, Servizio di Neuropsicologia, Cattedra di Neuroriabilitazione, Facoltà di Medicina, Università Cattolica del Sacro Cuore, Roma.

1989 – 1995Visiting researcher,  "Frontier Research Program", RIKEN Institute, Wako (Giappone).

1984 – 1988Medico Interno Universitario con Compiti Assistenziali (MIUCA), Istituto di Clinica delle Malattie Nervose e Mentali, Facoltà di Medicina, Università Cattolica del Sacro Cuore, Roma.

1987Visiting Research Assistant Professor, Institute of Psychology, Duke University, Durham, NY (USA).

1985 – 1986Visiting Researcher, Institute of Anatomy and Neurobiology, University of California Irvine, Irvine, CA (USA).

1981 – 1982Assistente Ospedaliero, Reparto Neuropsichiatrico dell' Ospedale Militare Attilio Frigeri, Roma.

1980Tirocinio pratico ospedaliero nella disciplina di Neuroradiologia, Ospedale Maggiore, Ospedali Riuniti di Bergamo, Bergamo.

Cerebellum and procedural learning: evidence from focal cerebellar lesions, Molinari M, Leggio MG, Solida A, Ciorra R, Misciagna S, Silveri MC, Petrosini L, Brain. 1997 Oct;120 ( Pt 10):1753-62.

The cerebellum contributes to linguistic production: a case of agrammatic speech following a right cerebellar lesion, Silveri MC, Leggio MG, Molinari M, Neurology. 1994 Nov;44(11):2047-50.

Verbal short-term store-rehearsal system and the cerebellum. Evidence from a patient with a right cerebellar lesion, Silveri MC, Di Betta AM, Filippini V, Leggio MG, Molinari M, Brain. 1998 Nov;121 ( Pt 11):2175-87.

Phonological grouping is specifically affected in cerebellar patients: a verbal fluency study, Leggio MG, Silveri MC, Petrosini L, Molinari M, J Neurol Neurosurg Psychiatry. 2000 Jul;69(1):102-6.

The cerebellum in the spatial problem solving: a co-star or a guest star?, Petrosini L, Leggio MG, Molinari M, Prog Neurobiol. 1998 Oct;56(2):191-210.

Selective CB2 receptor agonism protects central neurons from remote axotomy-induced apoptosis through the PI3K/Akt pathway, Viscomi MT, Oddi S, Latini L, Pasquariello N, Florenzano F, Bernardi G, Molinari M, Maccarrone M, J Neurosci. 2009 Apr 8;29(14):4564-70. doi: 10.1523/JNEUROSCI.0786-09.2009.

Cognitive sequencing impairment in patients with focal or atrophic cerebellar damage, Leggio MG, Tedesco AM, Chiricozzi FR, Clausi S, Orsini A, Molinari M, Brain. 2008 May;131(Pt 5):1332-43. doi: 10.1093/brain/awn040. Epub 2008 Mar 11.

Cerebellar damage impairs detection of somatosensory input changes. A somatosensory mismatch-negativity study, Restuccia D, Della Marca G, Valeriani M, Leggio MG, Molinari M, Brain. 2007 Jan;130(Pt 1):276-87. Epub 2006 Sep 18.

Cerebellum and detection of sequences, from perception to cognition, Molinari M, Chiricozzi FR, Clausi S, Tedesco AM, De Lisa M, Leggio MG, Cerebellum. 2008;7(4):611-5. doi: 10.1007/s12311-008-0060-x.

Rehabilitation of gait after stroke: a review towards a top-down approach, Belda-Lois JM, Mena-del Horno S, Bermejo-Bosch I, Moreno JC, Pons JL, Farina D, Iosa M, Molinari M, Tamburella F, Ramos A, Caria A, Solis-Escalante T, Brunner C, Rea M, J Neuroeng Rehabil. 2011 Dec 13;8:66. doi: 10.1186/1743-0003-8-66.

“Scienze interdisciplinari e cliniche” , corso di laurea in Logopedia, Università di Roma Tor Vergata.
Master di II° livello in "Diagnosi e terapia integrata della malattia di Alzheimer e delle altre demenze", Università degli Studi di Roma Tor Vergata.