5x1000: Grazie per la fiducia!

Nuovi dati dell'Agenzia delle Entrate: in un anno cresciute di oltre il 23% le scelte a favore della Fondazione Santa Lucia 

"Grazie a tutte le persone che hanno dimostrato fiducia nell'attività di ricerca della Fondazione! Si avvicinano le nuove scadenze per le dichiarazioni dei redditi 2017 e siamo sicuri che troveremo anche quest'anno molti sostenitori disposti ad affidarci il loro 5x1000". È innanzitutto un messaggio di ringraziamento a tutti i cittadini che hanno deciso di sostenere la ricerca della Fondazione Santa Lucia quello espresso dal Direttore Scientifico, Prof. Carlo Caltagirone, al momento della pubblicazione da parte dell'Agenzia delle Entrate dei risultati sulle scelte di destinazione di questo importante contributo alla ricerca per l'anno 2015. "Anche nell'ultimo anno - prosegue il Prof. Caltagirone - molti progetti di ricerca hanno dimostrano il contributo che la Fondazione sta dando allo sviluppo di future cure per le malattie neurologiche. Penso per esempio agli studi del Dott. Valerio Chiurchiù sul sistema immunitario per la cura di Sclerosi Multipla e altre malattie autoimmuni, pubblicati da Science Translational Medicine, o le ricerche del Dott. Francesco di Lorenzo sui trattamenti con stimolazione transcranica in pazienti affetti da Alzheimer apparsi in Annals of Neurology". 

Con più di 3.400 scelte espresse, la Fondazione Santa Lucia Irccs ha infatti registrato un aumento di oltre il 23% per cento rispetto all'anno precedente. Un risultato tangibile della fiducia riconosciuta ai 60 laboratori di ricerca che presso la Fondazione sviluppano progetti per nuovi percorsi di cura e nuove tecnologie nel settore della riabilitazione neurologica. Sclerosi Multipla, Alzheimer, Parkinson, danni neurologici provocati da coma e ictus e lesioni cerebrali infantili sono le principali patologie su cui indagano i quasi 150 ricercatori impegnati ogni giorno presso la Fondazione. Una ricerca di laboratorio che si avvantaggia di essere direttamente integrata con l'attività di assistenza sanitaria offerta dall'Ospedale e dal Centro di Riabilitazione Infantile. Un modello di ricerca, dal bancone di laboratorio al letto del paziente, che fa la forza della Fondazione in qualità di Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico (IRCCS).

E nel contesto di una ricerca che, per avere successo, richiede investimenti sempre più significativi in tecnologie avanzate e personale qualificato, il contributo del 5x1000 offre un apporto indispensabile. Un'opportunità unica di sostenere la ricerca sanitaria della Fondazione e in più una scelta che al contribuente non costa nulla. Decidere infatti nella propria dichiarazione dei redditi di destinare il 5x1000 alla Fondazione non significa in alcun modo pagare più tasse. Al contrario, si esercita il diritto di scegliere in prima persona a chi destinare una parte di contributi che si è comunque chiamati a pagare.

La fiducia delle persone è ovviamente per la Fondazione un impegno alla trasparenza. Per questo chiunque può velocemente trovare su questo sito una sezione dedicata al 5x1000 con tutte le informazioni non solo per compilare il modulo 5x1000 nella propria Dichiarazione dei Redditi, ma anche per conoscere i progetti realizzati con precedenti contributi.