Ospedale

Neuroriabilitazione ad Alta Specializzazione

Nel settore della neuroriabilitazione la Fondazione Santa Lucia è un Ospedale ad alta specializzazione di rilievo nazionale. I servizi di assistenza medica sono insieme alla ricerca aspetto determinante della sua attività. I percorsi di riabilitazione si estendono sia all’ambito motorio che cognitivo. Le prestazioni sanitarie sono erogate in convenzione con il Servizio Sanitario Nazionale (SSN) e privatamente. L’Ospedale sorge al centro del campus in via Ardeatina a Roma, ai confini con il Parco Naturale dell’Appia Antica. Dista cinque chilometri dal centro della città e altrettanto dal Grande Raccordo Anulare.

 

Percorsi di Riabilitazione

Nell’ampio spettro delle patologie trattate, le terapie di riabilitazione riguardano con preponderanza pazienti con esiti di ictus e di coma, lesioni del midollo spinale, amputazioni, nonché soggetti affetti da malattie degenerative come Parkinson, Alzheimer e Sclerosi Multipla. Accanto a fisiocinesiterapia e idrocinesiterapia, i percorsi di riabilitazione comprendono terapia occupazionale e del linguaggio, ortottica, foniatria e riabilitazione respiratoria, cura della disfagia e di numerosi deficit cognitivi. I trattamenti di riabilitazione si avvalgono di moderne tecnologie come interfacce cervello-computer (BCI), esoscheletri, game therapy etc.

 

Poliambulatorio e Riabilitazione Estensiva

Accanto all’attività in regime di ricovero e day hospital, una struttura dedicata ha in carico adulti e bambini per servizi di Riabilitazione Estensiva, che possono arrivare a seguire anche per anni pazienti affetti da deficit fisici e cognitivi. Completa l’offerta di servizi sanitari il Poliambulatorio, le cui prestazioni sono accessibili anche a persone non ricoverate presso l’Ospedale. Il Poliambulatorio copre, accanto all’alta specializzazione in ambito neurologico, le principali aree specialistiche e i servizi di Diagnostica per Immagini. Anche la Riabilitazione in Piscina è accessibile a pazienti esterni all’Ospedale.

 

Struttura

L’Ospedale ospita sei reparti di degenza su altrettanti piani, occupando complessivamente una superficie coperta di oltre 30.000 mq. Le stanze hanno un’ampiezza di 46 mq. ciascuna, in soluzione singola e doppia con bagno in camera. Ogni reparto ospedaliero dispone di una palestra di 400 mq. per fisiocinesiterapia. L’Ospedale è dotato anche di una piscina per idrocinesiterapia, di 25 m. di lunghezza e 12 di larghezza con acqua a temperatura costante di 32 gradi. L’architettura ospedaliera è stata progettata con attenzione ad assicurare alti livelli di comfort, ancora più importanti per un Ospedale di riabilitazione, nel quale il paziente può essere chiamato a trascorrere diverse settimane in uno stato fisico e psicologico impegnativo sia per lui che per i famigliari.

 

Una lunga esperienza nel settore delle neuroscienze

Inaugurato nel 2002, l’attuale Ospedale ha sostituito lo storico edificio nel quale sono state avviate le prime attività di riabilitazione negli anni sessanta. Allora l’assistenza sanitaria era ancora dedicata ai neuromotulesi della Seconda Guerra Mondiale. Nei decenni successivi è andata sviluppandosi quella riabilitazione neurologica ad alta specializzazione che oggi vede medici e fisioterapisti operare con l’ausilio di tecnologie come i sistemi d’interfaccia cervello-computer (BCI) e gli esoscheletri. Questa crescita della Fondazione Santa Lucia è andata di pari passo con l’enuclearsi di un’autentica scienza della riabilitazione, alla quale la Fondazione ha dato un importante contributo, ricostruito in un articolo della rivista scientifica "Neurological Sciences" (Marzo 2015).

 

Direttore Sanitario della Fondazione Santa Lucia è il Dott. Antonino Salvia.