Quando il cervello non "sente" l'Altro