FSL - Ambulatorio Ecografia

Ambulatorio di Ecografia

Esami diagnostici effettuati dall’Ambulatorio

L’Ambulatorio effettua ecografie su cute e sottocute, tiroide, mammella, ghiandole salivari, anca del neonato, muscoli, tendini, articolazioni, testicoli, pene e addome (fegato, vie biliari, colecisti, pancreas, milza, aorta addominale, linfonodi addominali, reni, vescica, pelvi femminile – utero e ovaie – e prostata). La pelvi femminile e la prostata possono essere studiate anche con ecografia, rispettivamente transvaginale e transrettale.

L’Ambulatorio esegue inoltre l’eco-color-Doppler della tiroide (valutazione della vascolarizzazione dei noduli e stadiazione delle tiroiditi e del morbo di Basedow), del rene (studio dell’ipertensione arteriosa), dello scroto (studio del varicocele e delle infiammazioni del testicolo), del pene (valutazione del deficit erettile) e sull’addome (circolo portale nelle epatopatie, aorta addominale). È possibile effettuare anche lo studio del torace, per il rilevamento di versamento pleurico, e lo studio delle anse intestinali nelle patologie infiammatorie croniche dell’intestino (M. di Crohn, rettocolite ulcerosa).

 

L’ecografia: tecnica diagnostica accurata e non invasiva

L’ecografia è una tecnica diagnostica che si serve degli ultrasuoni (e non di radiazioni ionizzanti), per ricostruire su monitor l’immagine di organi e apparati, permettendo all’operatore di individuare numerose patologie, grazie alla sua grande accuratezza come strumento diagnostico. Può essere eseguita su quasi tutti gli organi e apparati. Ad eccezione di alcuni casi, sono esclusi soltanto torace, stomaco, intestino e osso.

È un esame rapido e non invasivo, non è doloroso né dannoso o rischioso. Anche quando non è sufficiente da solo a compiere una diagnosi completa e definitiva, offre comunque indicazioni importanti per l’effettuazione di ulteriori indagini, mirate a definire l’eventuale quadro patologico.

Contrariamente a quanto accade per altre tecniche di diagnostica per immagini, per le quali il medico esprime una diagnosi sulla base delle immagini statiche allegate al referto, l’ecografia è un esame dinamico. Il suo nome esatto è ecotomografia in tempo reale e la diagnosi viene formulata “in diretta” dall’operatore, durante l’esecuzione dell’esame stesso. Come affermato da un documento ufficiale della Società Italiana di Radiologia Medica (SIRM): “L’ecografia, come atto medico strumentale effettuato in maniera dinamica e valutato in tempo reale, non è delegabile né a professionisti sanitari non medici né a specialisti che non abbiano eseguito personalmente l’esame; […] la rappresentazione iconografica prodotta, selezionando solo alcune delle immagini visualizzate nel corso dell’esame, non è assolutamente esaustiva e non consente la valutazione globale dell’indagine né tantomeno la sua refertazione”. Immagini allegate a un referto, anche se di alta qualità, non possono quindi sostituire la diagnosi formulata dall’operatore che ha effettuato l’ecografia.

 

Suggerimenti importanti per prepararsi all’esame

L’ecografia non è lo scatto di alcune foto del nostro organismo, ma piuttosto una visita medica non tradizionale, nella quale il tradizionale esame obiettivo viene sostituito o integrato dalla valutazione mediante l’ecografo. Questo significa che l’operatore, prima di eseguire l’ecografia, deve comunque procedere all’anamnesi, per conoscere il motivo dell’indagine. È per questo indispensabile che il paziente, oltre ad effettuare la preparazione eventualmente prescrittagli in fase di prenotazione, abbia con sé tutti i referti inerenti al quesito clinico (precedenti ecografie, esami di laboratorio, esami radiologici ed endoscopici etc.).

Modalità di Accesso alle Prestazioni

SSN - In convenzione con il Servizio Sanitario Nazionale. A causa del numero limitato di prestazioni che la Fondazione Santa Lucia è autorizzata ad erogare in convenzione con il Servizio Sanitario della Regione Lazio, questa modalità di accesso è disponibile solo alle persone esenti da ticket (criterio di priorità alle fasce più deboli della popolazione) e ai giovani con età inferiore ai 30 anni (criterio di priorità alla fascia economicamente meno indipendente). Richiede Impegnativa. Non puoi scegliere lo specialista.

SIMP - Soluzione offerta dalla Fondazione Santa Lucia in alternativa al Servizio Sanitario Nazionale. Costo a carico del paziente analogo al ticket per prestazioni SSN. Accedi alle prestazioni senza impegnativa. Non puoi scegliere lo specialista.

Privato - Accesso alla prestazione sanitaria con pagamento diretto o assicurazione sanitaria. Puoi scegliere lo specialista.

 

Come Prenotare

Prenotazione online: compila in pochi minuti il modulo elettronico e verrai richiamato da un nostro operatore entro 48 ore per decidere la data della visita.

Prenotazione telefonica:  Tel. 06.5150.11; Orari: dal lunedì al venerdì, ore 09.00 – 17.00.

In sede: dal lunedì al venerdì, ore 8.00 – 19.30; sabato, ore 8.00 – 13.30.