SARA-t: Ausilioteca per Riabilitazione Assistita con Tecnologia

Potenziamento della Comunicazione e dell’Interazione con l’Ambiente

SARA-t è il Servizio specializzato della Fondazione Santa Lucia per l’utilizzo di tecnologie che aumentano le possibilità di comunicazione e interazione con l’ambiente da parte della persona disabile. È composto da un’équipe multidisciplinare di medici specialisti, bioingegneri, terapisti della neuropsicomotricità e terapisti occupazionali esperti di Comunicazione Aumentativa Alternativa (CAA).

 

Tecnologie e Obiettivi di SARA-t

Nell’ambito della terapia occupazionale, che aiuta la persona disabile a recuperare capacità di azione in molteplici ambiti della vita quotidiana, SARA-t è focalizzato su strumenti ad alto contenuto tecnologico. Mira con essi a potenziare le facoltà della persona disabile nei seguenti ambiti:

  • utilizzo di computer e di qualsiasi altro strumento elettronico
  • utilizzo di tecnologie per la comunicazione aumentativa alternativa (CAA), che permettono di comunicare con altre persone anche in assenza delle facoltà necessarie ad articolare parole e delle capacità di movimento necessarie a esprimere pensieri e bisogni in forma scritta o mediante tastiera
  • utilizzo di tecnologie per l’apprendimento, il lavoro e il tempo libero
  • utilizzo di tecnologie domotiche, che permettono il controllo elettronico degli ambienti e delle attività domestiche, come l’apertura di porte, l’accensione e spegnimento di luci, la messa in funzione di elettrodomestici, anche in assenza di capacità di movimento (domotica)

 

Il Percorso Offerto alla Persona con Disabilità

Fase di valutazione. Gli specialisti di SARA-t valutano le capacità di comunicazione e di movimento di cui dispone la persona, individuano strumenti tecnologici che, adeguatamente adattati, ne potenziano la capacità di azione e comunicazione. Propongono quindi percorsi di addestramento al loro utilizzo. Nella valutazione vengono coinvolti anche medici curanti e altro personale sanitario, famigliari e caregiver. La valutazione si basa sull’analisi dei bisogni e delle potenzialità dell’utente, della sua famiglia e di altre eventuali figure di riferimento. Considera le condizioni ambientali e il percorso riabilitativo effettuato o in corso. Al termine viene elaborata una relazione con indicazioni sui supporti tecnologici d’interesse per la persona e il possibile percorso di addestramento all’uso. 

Fase d’intervento. Si suddivide in due possibili percorsi: Percorso propedeutico all’ausilio e Percorso Soluzione ausilio.

Il Percorso Propedeutico all’Ausilio è consigliato, quando in fase di valutazione è emersa la necessità di avviare un progetto di Comunicazione Aumentativa Alternativa (CAA) o altra interazione ambientale che non richiede innanzitutto l’impiego di strumenti tecnologici avanzati, ma preliminarmente di materiali a bassa tecnologia.

Il Percorso Soluzione Ausilio contempla invece l’eventuale adattamento dello strumento tecnologico a esigenze particolari della persona emerse in fase di valutazione e di test operativo, l’addestramento all’uso dello strumento, inclusi famigliari o caregiver coinvolti, la verifica finale con relazione scritta sul percorso di addestramento compiuto.

 

I Tempi del Percorso di Valutazione e Addestramento

I tempi necessari a completare un percorso di addestramento presso SARA-t vanno determinati in fase di valutazione e dipendono da variabili come il grado di complessità delle esigenze della persona con disabilità e i suoi stessi tempi di risposta alle stimolazioni degli operatori. Tuttavia, la fase di valutazione si esaurisce da programma in massimo due incontri di 60 minuti ciascuno. Il Percorso Propedeutico all’Ausilio prevede in media cinque incontri di 60 minuti ciascuno, effettuabili con scadenza settimanale o mensile. Il Percorso Soluzione Ausilio prevede in media tre incontri di 60 minuti ciascuno (max. 5 incontri), anche effettuabili in giorni ravvicinati.

Come Accedere a SARA-t

Pazienti ricoverati in convenzione con il Servizio Sanitario Nazionale (SSN) e privatamente presso l’Ospedale della Fondazione Santa Lucia, in regime di ricovero ordinario, day hospital e riabilitazione estensiva ambulatoriale, accedono senza costi aggiuntivi ai servizi offerti da SARA-t su indicazione del medico specialista dell’Unità Operativa che ha in carico il paziente. Pazienti esterni possono accedervi privatamente. Le attività di SARA-t non richiedono ricovero e vengono programmate con la persona interessata.

 

Accesso a SARA-t per Pazienti Esterni (non ricoverati presso l'Ospedale della Fondazione)

Ufficio Accettazione

Via Ardeatina, 306 - 00179 Roma

Tel. +39 06.5150.1422 / -1424 / -1425

Fax +39 06.5032.097

ricoveri@hsantalucia.it

Orari: dal lunedì al venerdì, ore 08.30 – 13.00, 14.00 – 17.30; sabato, ore 08.30 – 12.30

 

Attenzione: l'accesso a SARA-t per pazienti già in cura presso la Fondazione Santa Lucia nei regimi di ricovero ordinario, day hospital e riabilitazione estensiva deve essere formulato dal medico di riferimento presso la struttura.

Tariffe

Sono riportati di seguito i costi del trattamento per pazienti che non hanno accesso gratuito ai servizi di SARA-t (cfr. sessione "Come Accedere" di questa pagina).

  • Valutazione multidisciplinare (2 incontri): 280 €
  • Percorso Propedeutico all'Ausilio (5 incontri): 250 €
  • Percorso Soluzione Ausilio (max. 5 incontri): 420 €
  • Ulteriori consulenze (1 incontro): 100 €

SARA-t

Via Ardeatina, 306 - 00179 Roma

Ospedale - Piano 2

Tel. +39 06.5150.1166

sara-t@hsantalucia.it