Precisazioni della Fondazione Santa Lucia Irccs in risposta alla nota odierna della Regione Lazio

Con riferimento alla nota diramata dalla Regione Lazio a commento delle dichiarazioni del Direttore Generale della Fondazione Santa Lucia Irccs, Dott. Edoardo Alesse, la Fondazione sottolinea che la sua maggiore preoccupazione, che è stata l'argomento principale delle dichiarazioni del Dott. Alesse, è di poter garantire anche in futuro adeguati livelli assistenziali ai cittadini mediante tariffe congrue, correlate ai servizi e ai livelli di qualità dell'assistenza. Anche la Fondazione Santa Lucia confida quindi nella lungimiranza di tutti in vista dell’incontro nel frattempo riprogrammato per il 3 maggio.

Quando la Regione Lazio afferma che “a seguito di una puntuale ricognizione dare-avere fatta con il decreto 111/2017 dalla Regione risulta che la Regione Lazio deve recuperare oltre 12 milioni di euro dalla Fondazione” la Fondazione Santa Lucia sottolinea che il decreto è stato pubblicato solo oggi nel Bollettino Ufficiale della Regione Lazio e si riserva di capire come un decreto unilaterale possa regolare un contenzioso economico di natura civilistica e relativo a numerosi anni di attività pregresse per le quali la Fondazione conferma di vantare un credito di oltre 100 milioni. La Fondazione Santa Lucia ritiene che nelle sedi competenti si arriverà alla giusta soluzione.

Quando la Regione Lazio afferma che: "La Fondazione ha una struttura dei costi troppo elevata rispetto alla produzione, soprattutto per quanto riguarda i costi di fitti passivi nei confronti dell’Immobiliare Maria Adriana Srl che ammontano a circa 10 milioni di euro annui”, la Fondazione Santa Lucia Irccs precisa che la cifra qui indicata è superiore all’effettiva entità dei costi di fitti passivi. Inoltre questi, così come l’intera struttura dei costi, sono stati verificati nella loro adeguatezza da soggetti terzi e dal Commissario ad Acta incaricato dal Consiglio di Stato di determinare le tariffe congrue per l’alta specialità neuroriabilitativa da riconoscere alla Fondazione Santa Lucia.

 

Informazioni

Stefano Tognoli, cel. 334.6966433, s.tognoli@hsantalucia.it