Ruolo dell'interleuchina1-β nei disturbi dell'umore causati da sclerosi multipla sperimentale nel topo | Fondazione Santa Lucia

Ruolo dell'interleuchina1-β nei disturbi dell'umore causati da sclerosi multipla sperimentale nel topo

Il progetto si avvale di esperimenti di elettrofisiologia su un modello murino di sclerosi multipla (SM) per stabilire una correlazione tra il comportamento dei modelli trattati e le alterazioni sinaptiche indotte dall’interleuchina IL-1β. I risultati di questo studio forniranno nuovi elementi per la comprensione del meccanismo fisiopatologico alla base dei disturbi dell’umore nell’encefalomielite autoimmune sperimentale (EAE) e in SM, ad oggi ancora non completamente compreso.

La SM è una malattia infiammatoria cronica del sistema nervoso centrale (SNC), caratterizzata da danni alla mielina e al compartimento neuronale. I sintomi della SM sono molto variabili per gravità e tipologia e includono deficit motori e sensoriali, a cui sono spesso associati ansia e depressione. Si potrebbe pensare che questi disturbi della sfera emotiva siano una reazione alle limitazioni fisiche e al progredire della malattia, ma sono frequenti anche in pazienti che non manifestano alcuna disabilità. Inoltre, molti studi preclinici e clinici suggeriscono che le alterazioni dell'umore associate alla SM possono essere legate alla condizione di elevata infiammazione, tipica della malattia, e in particolare agli elevati livelli di citochine proinfiammatorie.

Il Laboratorio conduce da anni ricerche sul modello murino di SM, l’encefalomielite autoimmune sperimentale (EAE), che ricapitola sia i deficit motori che i disturbi comportamentali osservati in SM, e ha recentemente dimostrato che i trattamenti immunomodulanti sono in grado di attenuare le alterazioni dell'umore di EAE. Parallelamente sono state anche osservate delle modifiche della conduzione nervosa nel cervello di EAE mediate dalla citochina proinfiammatoria interleuchina-1β (IL-1β). L’ipotesi è se dunque l’IL-1β possa avere un ruolo patogenetico nell’ansia e depressione di EAE attraverso l’induzione di queste alterazioni sinaptiche. Per questo si stanno valutando i disturbi comportamentali nei modelli murini di SM nella fase presintomatica della malattia, cioè quando l’infiammazione è già presente ma i sintomi motori non si sono ancora manifestati.

Research Unit 
Neuroimmunology and Synaptic Plasticity Lab
Funding 

50.000 €.

Project Duration 
Marzo 2014 – Marzo 2016.