Riabilitazione Neuropsicologica | Fondazione Santa Lucia

Riabilitazione Neuropsicologica

Caratteristiche della Terapia

Il Servizio di Riabilitazione Neuropsicologica si occupa della diagnosi e del trattamento dei disturbi cognitivi dovuti a danno cerebrale dei pazienti ricoverati presso l'Ospedale, nei regimi di ricovero ordinario e day hospital, e presso l'Unità di Riabilitazione Ambulatoriale Estensiva.

Può riguardare disturbi del linguaggio, deficit di attenzione, aprassia, problemi di memoria, di comportamento, disturbi delle funzioni esecutive e anosognosia, qualora il paziente non abbia coscienza dei propri deficit neuropsicologici. Particolari competenze hanno i nostri esperti anche nel trattamento della eminattenzione (neglect), che può interessare persone colpite da ictus e si manifesta come incapacità di percepire oggetti e persone poste in una metà del campo visivo, più spesso la metà sinistra.

 

Diagnosi e Piano di Riabilitazione del Servizio di Neuropsicologia

Su richiesta del medico di riferimento, il paziente ricoverato viene sottoposto a un colloquio preliminare con gli psicologi e gli psicoterapeuti del Servizio di Neuropsicologia. La valutazione dei deficit neuropsicologici avviene attraverso osservazione comportamentale e test standardizzati. Nella fase di valutazione neuropsicologica e di impostazione del piano riabilitativo vengono coinvolti anche familiari e altri eventuali caregiver per ricostruire, quando possibile, il contesto di vita e quello sociale nonché il profilo psicologico della persona. La fase di valutazione neuropsicologica si conclude con una relazione e, se ritenuto pertinente, viene elaborato un piano di trattamento riabilitativo, in collaborazione con i logopedisti che si occuperanno della terapia cognitiva.

 

Obiettivi della Riabilitazione Neuropsicologica

La riabilitazione neuropsicologica si rivolge a pazienti con cerebrolesioni o affetti da patologie neurodegenerative. La terapia ha lo scopo di favorire il recupero delle funzioni cognitive compromesse o il compenso dei deficit mediante adeguate strategie. Nel caso di patologie degenerative il percorso di riabilitazione mira, dove possibile, a potenziare le risorse residue della persona o a rallentarne il decadimento. I pazienti con disturbi di consapevolezza dei propri deficit vengono guidati a prendere coscienza delle ricadute funzionali nella vita quotidiana ma anche delle risorse presenti. Il ricorso alla tecnologia permette di allenare l’attenzione, grazie anche a programmi informatizzati come il Cogniplus. L’eminattenzione viene trattata con un approccio visuo-esplorativo, per stimolare l’esplorazione dello spazio circostante, e con il metodo dell’adattamento prismatico, che può correggere i sistemi di coordinate spaziali verso l’emispazio ignorato dal soggetto.

 

Riablitazione Neuropsicologica Post-Coma

La riabilitazione neuropsicologica per i pazienti post-comatosi si rivolge ai pazienti in remissione dallo stato di coma. Gli interventi si differenziano a seconda della fase di recupero in cui i pazienti si trovano. La presa in carico riabilitativa in fase post-acuta riguarda dunque pazienti con alterazione dello stato di coscienza (stato vegetativo, stato di minima coscienza) o in stato di confusione (agitazione psicomotoria, amnesia post-traumatica) e, in fase cronica, pazienti con un quadro cognitivo maggiormente stabilizzato. La riabilitazione può essere finalizzata allo sviluppo di abilità di compensazione, al recupero dei processi cognitivi deficitari e ad interventi comportamentali. Questi ultimi cercano di aumentare o diminuire la frequenza con cui si verificano alcune condotte. Far apprendere al paziente comportamenti utili o estinguere in lui condotte non appropriate significa prepararlo al reinserimento sociale, puntando al raggiungimento di un grado soddisfacente di autonomia e recupero delle abilità relazionali.

 

Valutazione Finale e Dimissione

In base alle condizioni cliniche del soggetto, le sedute di riabilitazione sono svolte nelle stanze di terapia o al letto del paziente. L’équipe si incontra periodicamente per effettuare valutazioni intermedie e multidisciplinari sul trattamento in corso. A seconda dei tempi di ricovero e della patologia del paziente, momenti di follow up permettono all’equipe di confrontarsi con gli altri operatori e i familiari. Al termine del trattamento il paziente viene sottoposto a una valutazione neuropsicologica finale in cui si verificano le variazioni del quadro cognitivo-comportamentale e gli eventuali miglioramenti raggiunti. 

Riabilitazione Neuropsicologica

Via Ardeatina, 306 – 00179 Roma

Tel. +39 06.5150.1586

riabilitazione.neuropsicologica@hsantalucia.it